Benessere in ufficio

Non ci dovrebbe volere uno scienziato per capire che garantire ai propri dipendenti un elevato benessere sul posto di lavoro è la strada giusta per migliorare la produttività e le relazioni interne.

Ma se il buon senso dovesse farvi difetto, sappiate che esistono tonnellate di studi scientifici che dimostrano come luoghi di lavoro privi di rumore, con spazi accuratamente disegnati e delimitati, ben illuminati ed ergonomici aiutano a lavorare meglio e ad avere relazioni più produttive coi propri colleghi.

Ognuno di questi accorgimenti può esser fatto rientrare nella più ampia categoria di “benessere”, una parola usata spesso, ma di cui sappiamo in realtà molto poco. Vogliamo perciò domandarci che cos’è il benessere?

Il dizionario Treccani definisce il benessere come uno “stato felice di salute, forze fisiche e morali”, ma anche una “sensazione soggettiva di vita materiale piacevole”.

Riassumendo, il benessere non è altro che una favorevole condizione fisica e mentale che nasce dalle condizioni materiali in cui viviamo la nostra vita.

La qualità degli spazi che abitiamo per piacere o per lavoro, la comodità dei mobili che utilizziamo, ma anche la soddisfazione che traiamo dalle relazioni sono tutti elementi che influenzano la nostra sensazione di benessere.

Perciò una corretta progettazione degli spazi di lavoro, la scelta di complementi d’arredo pensati per migliorare l’abitabilità e l’adozione di strategie per ridurre gli elementi di stress sono scelte che possono favorire il benessere dei tuoi collaboratori.

Ma queste misure si limitano al lato materiale del benessere; un aspetto importante, come abbiamo visto, ma non l’unico. Nella più specifica definizione di “benessere organizzativo nel lavoro” rientrano possibilità come il progresso di carriera, l’autonomia, la responsabilità, i riconoscimenti e la soddisfazione.

Valori immateriali individuali a cui si aggiungono quelli collettivi: cooperazione, flessibilità, mobilità, sicurezza e fiducia.

Sono queste le basi per costruire una relazione duratura e produttiva coi vostri dipendenti. E voi cosa fate per favorirne il benessere.