L’arredamento di una sala riunioni è una delle sfide più stimolanti che ci troviamo ad affrontare nel nostro lavoro. Ma come si arreda una sala riunioni?

È una domanda che sentiamo ripetere spesso dai nostri clienti. Così abbiamo deciso di scrivere questo post in cui analizziamo quali sono i principi che seguiamo quando allestiamo gli spazi dedicati ai meeting, agli incontri e alle riunioni di un’azienda.

Una sala riunioni, è quasi banale dirlo, è lo spazio in cui i membri di un’azienda si incontrano per discutere e lavorare insieme. Ma l’alchimia di elementi necessaria per trasformare uno spazio qualsiasi in un luogo che favorisca la concentrazione e la produttività di chi lo utilizza è tutt’altro che semplice.

Per come la vediamo noi, una sala per riunioni dev’essere uno spazio che sia al tempo stesso comodo, funzionale e tecnologico.

Come creare una sala meeting comoda?

Sale riunioni e sale meeting sono luoghi in cui gli impiegati di un’azienda potrebbero trovarsi a passare molto tempo ogni giorno. Per questo motivo devono essere comode, a partire dalle sedute.

Le sedie di una sala riunioni perfette sono comode perché non costringono il corpo ad assumere posizioni innaturali. Vanno scelte tra i modelli senza bracciolo, in modo che si possano facilmente avvicinare ai tavoli, e tra quelli privi di ruote, per evitare che vengano spostate in lungo e in largo creando disordine.

Insieme alle sedie da riunione, contribuiscono alla comodità di una sala meeting anche il sistema di aria condizionata, la luce e, soprattutto, i colori. Questi ultimi devono essere tenui e non aggressivi per favorire la concentrazione e il rilassamento.

Dove nasce la funzionalità?

La funzionalità dell’arredamento di un sala riunioni nasce in primo luogo dalle misure dei mobili. Queste devono essere proporzionate alla grandezza dello spazio. All’interno della sala infatti ci si dovrà muovere facilmente e l’insieme dell’arredamento non dovrà dare l’impressione di essere opprimente.

Lo stesso principio di proporzionalità lo dovranno avere i tavoli, che hanno il compito di facilitare lo scambio e la collaborazione tra le persone che usano la sala riunioni.

L’importanza della dotazione tecnologica

Schermi, wifi, proiettori…una sala riunioni degna di questo nome deve avere tutti i dispositivi necessari per proiettare immagini nel miglior modo possibile. La posizione degli schermi va perciò studiata in modo che siano visibili da tutti facilmente e senza riflessi.

Fondamentale per garantire il corretto uso della dotazione tecnologica è la disposizione delle prese e del cablaggio. Questi elementi vanno studiati con cura, perché tutti dovrebbero poter avere accesso facile all’alimentazione o ai cavi per collegare il laptop a schermi o proiettori.

A questo punto dovreste esservi già fatti una buona idea di come dovrebbe essere la sala riunioni ideale. Provate a dare uno sguardo alla vostra: soddisfa questi requisiti? Se la risposta è no forse vi interessa contattarci per discutere insieme come trasformarla in una sala riunioni all’avanguardia.