La maggior parte delle persone conosce il termine “ergonomia”, il cui obiettivo è organizzare le condizioni di lavoro in modo che sia possibile un processo ottimale che non faccia stancare o infortunare le persone. Fino a qui tutto chiaro. Ma se parliamo di ergonomia visiva, di cosa stiamo parlando?

Stiamo parlando dell’applicazione di concetti ergonomici al senso della vista. Quindi si tratta di organizzare il nostro lavoro in modo che i nostri occhi non si stanchino o si danneggiano. Un concetto diventato sempre più importante negli ultimi anni. Dopotutto passiamo gran parte del nostro tempo a guardare gli schermi di dispositivi diversi.

Sia fatta la luce –  ma quanto forte?

Alla luce di questa definizione molte persone assoceranno il concetto di ergonomia visiva alla luce e all’illuminazione.. Non è un errore, perché la qualità dell’illuminazione è un prerequisito importante affinché i nostri occhi funzionino in modo impeccabile e non si stancano. La luce diurna è quella più piacevole, ma se dovesse mancare l’illuminazione ha il compito di sopperire con la corretta intensità. La maggior parte delle persone preferisce una valore di 500 lux. Al sole si può arrivare fino a 100.000 lux.

Non farti abbagliare

Dato che lavoriamo soprattutto davanti a uno schermo, il suo posizionamento è cruciale per una corretta ergonomia visiva. Ad esempio non dobbiamo esserne abbagliati, quindi nessuna luce dovrebbe colpire il monitor che abbiamo di fronte. Ecco perché è importante applicare alle finestre i dispositivi di protezione dalla luce. Allo stesso modo, anche i riflessi sono da evitare.

Dove andare col monitor?

Alcune regole pratiche aiutano ad allineare il monitor ai requisiti più importanti dell’ergonomia visiva. Ad esempio, la distanza tra gli occhi e lo schermo dovrebbe essere circa il doppio della diagonale dello schermo. Inoltre il centro del monitor dovrebbe essere all’altezza delle spalle, in modo da non affaticare troppo il collo. Infine, un trucco consigliato spesso dagli oftalmologi consiste nello sbattere spesso le palpebre il più spesso possibile. previene la stanchezza e il bruciore.

Photo Credit: https://www.architonic.com/de/product/zumtobel-lighting-vaero/1027503#&gid=1&pid=1